Intervista a Lino Damiani, giovane talento Neroverde

Lino Damiani, centrocampista classe 2005, è andato a segno già 2 volte in questa stagione e ha collezionato 22 presenze su 23, quasi tutte da titolare. Un giocatore che unisce tecnica, dinamismo e grande intelligenza tattica. Data la continuità di rendimento, in relazione anche alla giovanissima età, era inevitabile che su di lui si posassero le attenzioni di molti addetti ai lavori.

È un ragazzo che merita – commenta Franco Teodoro, direttore sportivo Castelnuovo Vomano, non solo per le sue indubbie qualità calcistiche, ma anche per la voglia di emergere che dimostra in ogni allenamento e in ogni partita. Anche lui, come tanti ragazzi, deve maturare dal punto di vista caratteriale, perché la testa è l’altra componente fondamentale per diventare un giocatore importante”.

Abbiamo fatto qualche domanda a Lino per conoscerlo meglio e per sapere se si aspettasse un impatto così importante nel “calcio dei grandi”.

Innanzitutto ti chiediamo un commento sulla risalita del Castelnuovo dell’ultimo periodo.

A parte la sconfitta di domenica, veniamo da tanti risultati utili, possiamo dire di aver intrapreso la strada giusta. Questo è il risultato del grande impegno messo dalla squadra e dal mister, che sta cercando di trasmetterci la mentalità vincente. Ovviamente il campionato è ancora molto lungo, ma sono sicuro che ci toglieremo delle belle soddisfazioni“.

Così giovane, ti stai ritagliando molto spazio in un campionato importante e soprattutto difficile come quello dell’Eccellenza abruzzese. Te l’aspettavi?

Inizialmente no, non me l’aspettavo. Sono arrivato con l’intenzione di fare esperienza con il mondo dei grandi, anche se ciò significasse giocare poco, ma con il passare del tempo e grazie soprattutto al mister, che ha sempre mostrato grande fiducia in me, sono riuscito a ritagliare il mio spazio e a giocare con continuità“.

Centrocampista offensivo, mediano, esterno, quale ruolo prediligi?

Nel percorso delle giovanili ho giocato prevalentemente da mediano, adesso invece sto trovando continuità come mezz’ala, un ruolo in cui mi sento a mio agio e che mi permette di avere maggiore predisposizione offensiva e quindi di trovarmi più spesso vicino alla porta avversaria. Sono comunque a completa disposizione del mister per giocare in qualsiasi ruolo, il mio obiettivo è sempre quello di essere utile alla squadra“.

C’è un calciatore famoso a cui ti ispiri particolarmente?

Da piccolino il mio idolo indiscusso era Neymar, senz’altro da bambino era il mio punto di riferimento. Crescendo ho iniziato ad osservare gli altri giocatori, anche e soprattutto in relazione al mio ruolo di centrocampista, cercando d’imparare il più possibile da loro“.

Siete una squadra molto giovane, ma tra tutti quali sono i compagni con cui hai maggiore affiatamento in campo e fuori.

Oltre ad essere una squadra molto giovane, siamo soprattutto un gruppo di ragazzi straordinari. Trovarsi in un gruppo così per me è stato fondamentale e per questo mi ritengo fortunato. Sicuramente con Alessio Di Blasio ho un rapporto particolare, questo perché con lui ho condiviso tanti momenti insieme, anche fuori dal calcio“.

Svelaci un sogno nel cassetto per il tuo futuro da calciatore.

Io cerco sempre di puntare al massimo, con impegno ed umiltà. Ovviamente l’obiettivo è quello di  entrare nel professionismo, ma l’importante è che alla fine della mia carriera, io non abbia rimpianti“.

Non possiamo che augurare le migliori fortune a Lino e ringraziarlo per la disponibilità.

ASD Castelnuovo Vomano

Articoli Correlati